martedì 30 giugno 2009

Estate

Image Hosted by ImageShack.us


C'è un giardino chiaro, fra mura basse,
di erba secca e di luce, che cuoce adagio
la sua terra. È una luce che sa di mare.
Tu respiri quell'erba. Tocchi i capelli
e ne scuoti il ricordo.
Ho veduto cadere
molti frutti, dolci, su un'erba che so,
con un tonfo. Così trasalisci tu pure
al sussulto del sangue. Tu muovi il capo
come intorno accadesse un prodigio d'aria
e il prodigio sei tu. C'è un sapore uguale
nei tuoi occhi e nel caldo ricordo.
Ascolti.
La parole che ascolti ti toccano appena.
Hai nel viso calmo un pensiero chiaro
che ti finge alle spalle la luce del mare.
Hai nel viso un silenzio che preme il cuore
con un tonfo, e ne stilla una pena antica
come il succo dei frutti caduti allora.
(C.Pavese)

6 commenti:

  1. Miriam, vedo che ci siamo buttati tutti e due sui fiori.....
    Belli i tuoi papaveri, mi piace molto il senso diagonale della composizione. Forse manca un pochino di contrasto e di toni scuri, ma come sai bene, quella di esagerare con i toni è una mia mania!

    RispondiElimina
  2. ah I fiori! sono la mia dannazione, così cme non ho il "pollici verde" così non ho il pennello floreale. I tuoi fiori hanno un sapore antico e sai accompagnare i tuoi acquarelli con la colonna sonora di poesie bellissime.

    RispondiElimina
  3. Non conosco le tecniche dell'acquerello, e forse baglio, ma preferivo l'altro lavoro sui papaveri.
    Questo lo trovo un po' "sofferto" specialmente nei fiori rossi.
    Magari sbaglio io!
    comunque sei sempre perfetta nel tuo essere spontanea.
    ciaoooo

    RispondiElimina
  4. Ciao Miriam, i fiori hanno sempre ispirato...

    RispondiElimina
  5. Non potevi esprimere le emozioni poetiche di Pavese con un'opera più suggestiva di quella che presenti attraverso questo post!
    Per te l'aquarello è davvero una magia d'acqua, è un talento raro trovare la giusta dimensione per dare anima all'aquarello, non tutti sanno cosa significa "fare" l'aquarello! Mi fai ricordare i miei tempi del Liceo...i miei insegnanti, gli anni scolastici più belli in assoluto! Ah, che tempi...
    Ciao Miriam, sono ancora io la "Miriam-sospesa nel tempo"...
    Sogni d'oro e grazie per la tua graditissima visita, chi ti perde più....

    RispondiElimina